E’ possibile prevenire le allergie primaverili?

di InsiemeGroane
allergie primaverili

Evitare in toto le allergie è estremamente complesso, proprio perché è praticamente impossibile prevenire l’esposizione al 100% dei prodotti o delle sostanze che si riversano in natura durante il periodo primaverile.

Diventa quindi fondamentale prepararsi con largo anticipo all’arrivo della primavera, rivolgendosi al proprio allergologo per decidere il programma preventivo.

L’unica cosa che è possibile fare per ridurre gli effetti negativi del polline primaverile e quello di adottare delle pratiche preventive in modo da ridurre il contatto con antigeni allergizzanti. Prima cosa da fare per reagire alle allergie primaverili è quello di effettuare adeguati esami per poter conoscere con precisione tutte le sostanze che generano in noi una reazione allergica. In questo modo è possibile avere informazioni chiare su quelli che sono i comportamenti o i prodotti capaci di provocare in noi allergie di qualche tipo. Altra importante pratica per tentare di evitare le reazioni allergiche è quella del monitoraggio aereo biologico, grazie al quale è possibile tenere sotto controllo la qualità dell’aria.

Come gestire le allergie primaverili

Oltre le terapie farmacologiche, sono numerosi i metodi con cui è possibile tenere sotto controllo eventuali allergie primaverili.

Un importante metodo consiste nel consultare ed informarsi in merito ai calendari delle fioriture, in modo da conoscere con sicurezza il periodo in cui l’area circostante si arricchisce di polline e altre sostanze allergeniche.

Grazie a queste informazioni è possibile sviluppare una terapia più efficace attraverso la quale è possibile reagire con adeguato preavviso alle evoluzioni della natura. Altra importante informazione da tenere sotto controllo per evitare possibili allergie è quello di tenere bene a mente il concetto secondo cui il polline è maggiore durante le giornate secche e ventose. Sapendo questo si possono organizzare i propri impegni anche in relazione alle condizioni metereologiche più o meno favorevoli alla diffusione del polline.

Anche a casa e in ufficio ci sono diversi modi in cui è possibile ridurre i rischi da possibili allergie. Nei luoghi chiusi è possibile utilizzare condizionatori o purificatori d’aria, in modo da eliminare ogni presenza di polline. Anche la pulizia, è un’attività fondamentale per la riduzione dei rischi di allergia, infatti è consigliabile svolgere questi compiti solo utilizzando aspirapolveri dotate di filtri HEPA.

Qui di seguito potete trovare ulteriori e utili consigli per ridurre i rischi da allergie primaverili
https://www.repubblica.it/salute/medicina-e-ricerca/2018/04/13/news/primavera_la_stagione_dei_fiori_e_delle_allergie_ecco_il_vademecum_per_combatterle-193508769/