Microcamere spia: tutto ciò da sapere

di InsiemeGroane
microcamere

Fino a qualche anno fa pensare a determinati dispositivi tecnologici sembrava quasi assurdo, roba da film di fantascienza.

Al giorno d’oggi, però, le cose sono cambiate. Uno dei prodotti di maggiore successo e di cui moltissime persone al giorno d’oggi non possono fare a meno è sicuramente la microcamera spia.

Queste microcamere, chiamate anche spy cam, sono particolarmente utili per garantire la sicurezza sia di ambienti di lavoro, che della propria abitazione. Ma di cosa si tratta di preciso? Vediamo nel dettaglio.

Microcamere spia: info utili

Essenzialmente si tratta di videocamere di piccole dimensioni che solitamente sono connesse ad una rete Wi-Fi in streaming, ma non per forza.

Si possono trovare sotto forma di vari oggetti, tra i più disparati e di utilizzo comune. Questo per renderle quanto più nascoste possibile.

Attualmente la tecnologia è progredita a tal punto che ne esistono di modelli che possono essere governati direttamente tramite il proprio smartphone, attraverso l’uso di app apposite.

Microcamere spia: guida all’acquisto

Ciò che potrebbe risultare particolarmente complicato nell’acquisto di una microcamera spia è il fatto che ne esistono di modelli molto differenti tra loro. Ecco perché sarebbe utile conoscere le varie caratteristiche che li contraddistinguono.

Va da sé che, parlando di videocamere, è comunque necessario orientarsi verso l’acquisto di un prodotto che permetta di fornire delle immagini di una certa qualità. Quindi, la risoluzione diventa uno dei fattori essenziali da tenere a mente.

Ci sono prodotti che possono registrare in HD, con una risoluzione di 1280×720 pixel o anche in Full HD, ad una risoluzione di 1920×1080 pixel. Sebbene questo non sia l’unico dato che determina la qualità dell’immagine, va detto che sia fondamentale.

Come in tutte le cose, la scelta sarà sicuramente orientata verso un prodotto anziché un altro a seconda delle nostre esigenze personali. Ciò che dobbiamo scegliere deve, per forza di cose, rispondere alle nostre esigenze.

Caratteristiche principali

Tra le caratteristiche principali da tenere in considerazione nell’acquisto di una microcamera spia c’è sicuramente la differenza di ripresa e l’autonomia della batteria. Questi due fattori sono strettamente correlati.

Di solito, nella maggior parte dei modelli, c’è la possibilità di collegare alla corrente il dispositivo, per dare una certa continuità alle riprese. È anche vero, però, che in alcuni casi ciò non è possibile, allora si dovrà optare per delle soluzioni differenti. Alcuni modelli arrivano a 3-4 ore di autonomia, altri poco di più.

Altro fattore che in qualche modo è collegato ai precedenti è sicuramente quello legato allo spazio di archiviazione. Difatti, se un dispositivo rimarrà più ore a registrare, allora sicuramente immagazzinerà più immagini, le quali occuperanno più spazio. Alcuni prodotti permettono di registrare in loop, cancellando le immagini più vecchie in automatico e sovrascrivendo le nuove riprese. Cosa nota per le videocamere di sicurezza. Solitamente lo spazio di archiviazione è garantito da una scheda SD esterna.

E ancora,tra le caratteristiche che sta riscuotendo particolare successo c’è quella che riguarda la possibilità di registrare esclusivamente quando vengono rilevati dei movimenti. Alcune microcamere spia, infatti, sono dotate di sensori di movimento, che permettono di attivare le riprese solo in alcuni casi, risparmiando batteria e spazio.

Altre ancora, come già accennato, permettono di controllare quanto stiano registrando direttamente tramite lo smartphone, attraverso un’app.

Anche il modo in cui la nostra microcamera spia effettui la registrazione è importantissimo per orientare la nostra scelta. Basti pensare al fatto che alcuni modelli scaricano le foto e i video direttamente sulla scheda di memoria interna, mentre altri consentono lo streaming, con delle riprese in tempo reale.

Come visto, la scelta dev’essere sicuramente orientata per forza di cose dalle nostre esigenze.