L’autoerotismo in tempi di Covid

di InsiemeGroane
autoerotismo

Ormai come tutti hanno appreso, il Covid-19 è un virus che si può contrarre entrando in contatto con una persona che è positiva. Si trasmette principalmente attraverso vie aeree con colpi di tosse o starnuti, ma il contagio può avvenire anche attraverso il contatto diretto con la saliva o il muco. Che cosa succede in merito a questa tematica se la correliamo alla sfera sessuale? In linea di massima, si può dire che nel liquido seminale o nelle secrezioni vaginali, il virus non è stato isolato, per tale ragione la via sessuale non costituisce un modo adeguato per il contagio. Nello specifico, quando si parla di “autoerotismo” o masturbazione si può affermare che questo non comporta un pericolo per la diffusione del virus, soprattutto se tra le diverse attenzioni che occorre avere si predilige il lavaggio delle mani.

La questione masturbazione

Ai tempi della pandemia e della diffusione del Coronavirus è opportuno evitare dei rapporti sessuali, soprattutto per limitare quanto più possibile il probabile contagio attraverso le vie aeree. Questa cosa però, non si rischia nel caso in cui si pratica l’autoerotismo. Ecco che è opportuno ragionare su questa pratica. La masturbazione o gli atti in generale di autoerotismo, ancora oggi, sono visti come sotto forma di cosa “non lecita”, non adeguata, perché viene valutata come qualcosa di non morale e deleteria. Un discorso affrontato in particolare se si parla di donne, le quali spesso anche oggi non hanno intenzione di voler praticare l’autoerotismo, dal momento che provano vergogna se confermano di volerlo fare.

L’autoerotismo come soluzione

Intorno a questa tematica della masturbazione e dell’autoerotismo, nonostante siamo nel 2021, c’è ancora qualcosa di inespresso o che comunque non viene affrontato in maniera schietta e diretta. L’educazione in merito spesso non è chiara e lascia molti punti interrogativi, non offrendo il giusto ruolo nella nostra vita di tutti i giorni. Specialmente in questo particolare periodo storico culturale, dove il sesso normale resta un concetto molto complicato, si ritiene utile e pertinente seguire la strada dell’autoerotismo. Si tratta di una pratica sessuale avvezza a ridare il buonumore, concesso grazie alla pratica del rilascio delle endorfine che intervengono sul sistema immunitario. Ciò è possibile per via del rapporto che c’è tra l’orgasmo e i vantaggi apportati sulla salute psico-fisica dell’individuo.